domenica 16 dicembre 2018
 
 
.
Massimiliano Pelletti
paletti.jpgQUATTROCENTOMETRIQUADRI GALLERY

Gli oggetti di Massimiliano Pelletti emergono da un'orizzonte di assurdità e incongruenze, mentre si pongono davanti allo spettatore come manufatti di lucida e spietata esattezza. Tassidermie, marmi e assemblaggi sono le scorie di un corto circuito fra naturale e artificiale,fra ragione e intuizione
orario: da giovedì a domenica ore 18.30-20.00

biglietti: ingresso libero
vernissage: 21 marzo 2010. ore 18.30
curatori: Davide W. Pairone
autori: Massimilano Pelletti
patrocini: Assessorato alla Cultura della Provincia di Ancona Assessorato alla Cultura del Comune di Ancona

RUMORE BIANCO 03 Massimiliano Pelletti.
Rassegna di materie e spazi del contemporaneo.
A cura di Davide W. Pairone.

"Rumore bianco è la rassegna di installazioni ambientali e sculture con cui prosegue l'attività espositiva di QUATTROCENTOMETRIQUADRI gallery.
Il terzo appuntamento, dopo Alessandro Rosa e Federico Lupo, è dedicato a Massimiliano Pelletti. Giovane scultore toscano, presenta due linee di produzione che si incrociano nel tema dell'uomo e del suo rapporto con il mondo. La linea analitica, da una parte, che elabora la tradizione anatomica classica e omaggia il marmo della natìa Pietrasanta. Dall'altra la linea dissacrante, dadaista, in cui si mostrano gli effetti grotteschi del rapporto uomo/natura. Gli oggetti creati da Massimiliano Pelletti emergono da un'orizzonte di assurdità e incongruenze, mentre si pongono davanti allo spettatore come manufatti di lucida e spietata esattezza. Tassidermie, marmi e assemblaggi sono le scorie di un corto circuito fra naturale e artificiale, fra ragione e intuizione; fra i caratteri, opposti e complementari, della condizione umana condannata all'eccentrico.

Ideata come una mostra collettiva “fuori sincrono”, RUMORE BIANCO presenta in sequenza le ricerche di giovani artisti diversi fra loro ma sintonizzati su una particolare frequenza dello spettro artistico contemporaneo: una ricerca formale che è allo stesso tempo estetica, etica e concettuale. Artisti che, con tecniche ibride e contaminazioni fra i generi, riflettono a fondo sulle contraddizioni dell'arte e della cultura contemporanea, incrociando la purezza dell'esperienza percettiva con la radicalità del dissenso intellettuale."

Davide W. Pairone
 
< Prec.   Pros. >
.

Libri

La Promessa
La Promessa
Una storia di fede e d’amore di fine ’700
di Giorgia Coppari








Leggi tutto...
 















© 2008 Il Faro Verde
www.massimovolponi.it