lunedì 27 gennaio 2020
 
 
.
“Magnifiche sorti e progressive”
Cagliari
Da venerdì 09 aprile a venerdì 23 aprile 2010
autore – Tonino Mattu
titolo dell’evento- “Magnifiche sorti e progressive”
luogo - Galleria “Sottopiano Beaux-Arts” 
Via A. Scano 92, Cagliari 09100
www.aversanoegiordanoarte.org
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
recapiti telefonici-  3384266266
vernissage- venerdì 09 aprile 2010
orari ore 18.00
curatore- Arch.tto Prof. Sandro Giordano

Personale di Pittura di Tonino Mattu “Magnifiche sorti e progressive”

<< Ecco ciò che rimane del cammino dell’uomo: paesaggi carbonizzati, radiografie, resti ossei... spolpati e scomposti, corpi suturati. La sutura evoca più del segno stesso, del segno nero. Essa morde la tela,
ne trattiene il senso, l’essenza, incisivamente come la parola efficace fa sul testo poetico, affinché non si disperda nel vento della banalità.
L’atmosfera tombale che raggela queste opere racconta il lutto dell’uomo che ha perso tutto. L’autore riflette su una inenarrabile devastazione: resti di paesaggi e corpi la cui soluzione o composizione
è in un solo enigma: la morte. L’uomo, padrone del mondo, non ha mai voluto fare i conti con essa, l’ha solo simulata, rappresentata, raffigurata vedendola sempre fuori nell’altro, fuori da sé, non su di sé.
Davanti a questa ennesima “rappresentazione” in cui si ha la sensazione che non esista né autore né interlocutore ma solo un lungo, interminabile, silente nulla, il paesaggio diventa “topos” per ospitare
e oggettivare la morte: la radiografia del corpo umano il totem che la terra, ricettacolo di dolore, ospita come suo ultimo disperato talismano. Paesaggio raggelato e isterilito da tutto ciò che le
“magnifiche sorti e progressive” dovevano invece ingravidare di fasti e trionfi, nell’ebbrezza del folle, millenario, maniacale antropocentrismo. Veramente l’arte può svelare gli enigmi della storia, rendere giustizia e fare acquisire all’utopia una forza che molti secoli hanno abbattuto con sbagli e orrori di ogni genere. Sarà possibile dopo tanta distopia un’eutopia in cui esistere? >>
Dal testo di presentazione di Caterina Spiga

Ideazione e cura della mostra: Arch. Prof. Sandro Giordano
Presentazione mostra: Prof.ssa Caterina Spiga
Organizzazione e allestimento mostra: Andrea G. Aversano – Sandro Giordano
Ufficio Stampa: Andrea G. Aversano

 
< Prec.   Pros. >
.

Libri

IL BAMBINO CHE SEPPELLIVA CHITARRE

IL BAMBINO CHE SEPPELLIVA CHITARRE

Sergio Cardinali 

EDIZIONI CREATIVA Collana LE PLEIADI 

Leggi tutto...
 















© 2008 Il Faro Verde
www.massimovolponi.it