mercoledý 19 dicembre 2018
 
 
.
Artisti all'opera

1.jpgArtisti all’opera Mostra Collettiva e Performance di Arte Contemporanea OSTRA
sabato 7 l'inaugurazione, la mostra si protrarrà fino a domenica 15 agosto - dalle ore 18 alle 24

Artisti all’opera Collateralmente alla Mostra d'antiquariato, Ostra (Bandiera Arancione del Touring Club Italiano dal 2003) ospiterà anche quest’anno (dal 7 al 15 agosto) il caratteristico appuntamento “Artisti all’opera” lungo la centralissima Via di Mezzo: pittori, scultori, fotografi e artigiani esporranno e realizzeranno le loro opere in diretta, dalle 18 alle 24, sotto gli occhi di passanti e turisti in un creativo reality, lungo un itinerario artistico che porterà poi in Piazza Gherardi alla presentazione e degustazione di prodotti tipici.

Ad Ostra la Mostra Nazionale dell'Antiquariato e Artigianato Artistico

Fino al 22 agosto la 33a edizione presso il Palazzo dei Padri Conventuali: sabato 7 l'inaugurazione


2.jpgLocandina Mostra dell’AntiquariatoSabato 7 agosto, alla presenza di diverse autorità, si svolgerà alle 18.30 l’inaugurazione della XXXIII edizione della tradizionale Mostra Nazionale Antiquariato e Artigianato Artistico di Ostra, presso il Palazzo Padri Conventuali, a due passi dalla centrale Piazza dei Martiri.

Nata alla fine degli anni Settanta dalla volontà di un gruppo di appassionati, nel corso di oltre trent’anni l’iniziativa si è trasformata in un prestigioso appuntamento a livello nazionale, richiamando l’attenzione di esperti, appassionati e semplici curiosi del settore.

Quest’anno il Comitato operativo ha voluto fornire un ulteriore imput al settore (in qualche modo toccato anch’esso dalla crisi economica) adottando ulteriori interventi e soluzioni in collaborazione tra Confartigianato locale e di zona, Pro Loco e Amministrazione comunale di Ostra. Fondamentale è stato anche l’apporto della BCC di Ostra e Morro d’Alba, principale sponsor dell’evento.

Numerosi e multi-settoriali sono gli espositori, dal mobilio alle ceramiche e porcellane, alla vetreria, al ricamo, all’abbigliamento, alla gioielleria e oreficeria ed un’infinità di oggettistica unica e preziosa e rarità di ogni genere.

L’esposizione sarà aperta tutti i giorni fino al 22 agosto, dalle 17.30 fino alle 23.30.

l Cristo Morto esposto per i turisti

Da sabato 7 a domenica 21 agosto, in concomitanza alla Mostra Nazionale dell’Antiquariato e dell’Artigianato Artistico, e alla manifestazione Artisti all’opera, la Pia Unione del Preziosissimo Sangue di Nostro Signore Gesù Cristo, che da circa due secoli organizza le funzioni della Settimana Santa, esporrà l’artistico cataletto del Cristo morto, e riaprirà la bella chiesa dei Santi Giuseppe e Filippo Neri, dove vi è allestito il Sacro Monte del Calvario, per offrire ai turisti la possibilità di ammirare questi gioielli dell’artigianato artistico locale.

3.jpgIl cataletto del Cristo morto, l’elemento di gran lunga più importante ed emozionante dell’apparato devozionale della Settimana Santa, è un simulacro, che fu portato per la prima volta nella processione del Venerdì Santo del 1858. Il cataletto fu decorato dall’artista locale Vincenzo Gagliardini, mentre il simulacro del Cristo morto, alto m. 1.78, pieghevole nel capo e nelle mani, è stato eseguito dal concittadino Achille Bedini (dotato di grande spirito artistico), sul finire del 1873. Questa singolare macchina, fin dalle prime luci dell’alba del Venerdì Santo, viene esposta alla venerazione e alla preghiera dei fedeli nel Santuario diocesano del Santissimo Crocifisso, sito nel cuore di Ostra, per tutta la mattinata, fin quando, trasportato a spalla da quattro confratelli della Pia Unione, è traslato nella basilica di Santa Croce per la celebrazione vespertina. Al calar delle tenebre fioche lanterne sporgono dagli antichi palazzi e le vie quasi deserte sembra si siano fatte più larghe: ha inizio la processione del Cristo morto. Riguardo al Sacro Monte del Calvario, invece, esso è una rappresentazione sacra che aveva lo scopo di divulgare ai più, in buona parte analfabeti, il drammatico racconto della passione e morte di nostro Signore. Fino al 1956 questa sacra figurazione si svolgeva nell’area presbiterale della basilica di Santa Croce.

I protagonisti sono delle figure, alte circa due metri, sorrette da appositi telai, vennero dipinte su legno nel 1868 dall’artista Luigi Mancini, detto “Il sordo” (Jesi 1819/1881). Rappresentano i due ladroni, che secondo la narrazione evangelica furono crocifissi alla destra e alla sinistra di Gesù, la Vergine Maria Ad­dolorata, San Giovanni Evangelista, Santa Maria Maddalena e Maria di Clèofa. Lo scenario che fa da sfondo alle cinque figure fu creato dall’artista anconetano Enrico Andreani, nel 1867, nello stesso periodo in cui stava realizzando l’allestimento scenico del Teatro comunale La Vittoria. Questa tela che fa da sfondo, con grande effetto emotivo, al dramma della passione, raffigura il Gòlgota, cioè la collina sita alle porte di Gerusalemme, dove erano attuate le condanne alla pena capitale. La scena “si animava” nella funzione delle Tre Ore di Agonia, che si svolgeva dalle ore 13 alle ore 16, durante la quale, intervallate dal canto e dal suono dell’organo, si meditavano le ultime sette parole di Gesù in croce. Ad ogni parola commentata da un predicatore (quasi sempre un padre cappuccino) corrispondeva lo smorzamento di una delle sette candele.





4.jpgAl termine della predicazione seguiva il rito del battistero, che consisteva nel battere sopra i banchi dell’aula liturgica un ramoscello di ulivo benedetto la Domenica del­le palme, faceva il suo solenne ingresso in basilica il cataletto del Cristo Morto, mentre si procedeva alla cerimonia dello schiodamento del simulacro del Cristo crocifisso appeso alla croce, posta al centro della scenografia del Sacro Monte. Tra il 1989 e il 1993 questa sacra rappresentazione venne nuovamente riproposta per ben tre volte da un Gruppo di Amici, che l’allestì presso la Chiesa dei Santi Giuseppe e Filippo, al fine di non ostacolare il la liturgia del Venerdì Santi, secondo le norme del Concilio Vaticano II. A vent’anni da quell’esperienza la Pia Unione del Preziossisimo Sangue l’ha ripresentata nel periodo 28 marzo - 11 aprile ed ora la offre nuovamente ai turisti e ai visitatori che nel periodo estivo visiteranno il nostro centro storico.

Da SABATO 7 a DOMENICA 22 AGOSTO

OSTRA (AN)

SANTUARIO del SANTISSIMO CROCIFISSO – Corso Mazzini

CATALETTO del CRISTO MORTO

Ore 8,00 – 12,30

17,00 – 20,00

CHIESA dei SANTI GIUSEPPE e FILIPPO NERI – Corso Mazzini

SACRO MONTE del CALVARIO

Ore 8,00 – 12,30

17,00 – 22,00

 
< Prec.   Pros. >
.

Libri

Santa Sofia
Santa Sofia
AUTORE / Rowland J. Mainstone
Electa
Leggi tutto...
 















© 2008 Il Faro Verde
www.massimovolponi.it