domenica 16 dicembre 2018
 
 
.
ROSELLA CENTANNI

centannirosella.jpgROSELLA CENTANNI. - E’ nata e vive ad Ancona. Ha iniziato ad appassionarsi di fotografia dagli anni ‘ 90 . Ha partecipato a corsi sulla progettazione di un lavoro fotografico, la luce, il ritratto, la tecnica del bianconero e workshop sul reportage.
 Ha realizzato, oltre a varie iniziative fotografiche, mostre personali tra le quali “ Nello Yemen” (2001), “ Il vivere..” (2003), “Oltre lo schermo e sulla scena” (2004), “Sviluppi in scena” (2005), “Al Passetto un lungo giorno d’estate” (2008), “Suk-ki di fiaba (2009).


La mostra fotografica “Sguardi” di Rosella Centanni verrà inaugurata martedì 15 febbraio 2011, alle ore 18,30, nella Sala Espositiva De Angelis in via Maggini 84,  Ancona., con la presentazione della scrittrice Iride Cristina Carucci. L’esposizione resterà aperta nei giorni feriali fino al 15 marzo 2011.

I 12  ritratti in mostra, a colori, fanno parte di un reportage nei campi rom di Tiranna svolto nell’agosto del 2009.

L’artista commenta: “Sono i primi scatti del primo giorno di un caldo pomeriggio estivo. L’approccio con le persone è stato immediato. Gli sguardi mi seguivano, mi interrogavano, in particolare delle donne e dei bambini.
Amo da sempre i ritratti, gli scatti ravvicinati, i volti, i dettagli e cerco di cogliere di sorpresa istanti di verità interiore che sfuggono alla messa in posa, luci e ombre di pensieri che attraversano la mente, lontananze, sorrisi, ripiegamenti”.
                                         

 

“ SGUARDI ”   mostra fotografica di Rosella Centanni

Chi ama la fotografia sa quanto ci si possa arrovellare sull’immagine che , forse come  tutto nella vita , sfugge , a volte corpo imprevedibile e anguillesco.
Poi…il miracolo..la cattura è riuscita … e lì.. un mondo .
Sguardi ,questi di Rosella Centanni,leggeri e forti come parole che , senza la distrazione di alcun suono, prendono il cuore e vi sostano .
Immagini-parole di carne  e Immagini – parole di carta .
La grana della stampa accoglie con delicatezza e affetto . Testimonia .
Bambini ,vecchi, donne ; luci sfrangiate del tramonto estivo scivolano sulla pelle , o entrano stanche dentro gli sguardi .
Nella misura dell’obiettivo ,con lo sguardo dentro lo sguardo ,l’artista affonda nella vastità della vita interiore , difficile a dirsi , e la percorre con palpabile empatia  e così, come sempre accade nella sua opera ,le foto diventano foto dell’anima .
Credo che il segreto dell’abilità comunicativa della fotografa  stia anche in quella sua capacità di accogliere il mondo , di starlo a sentire , senza mai permettere al pregiudizio di sviare l’attenzione , di cancellare il rispetto dovuto agli altri , a chiunque altro.
Il rispetto, nelle immagini di Rosella Centanni, diventa parte di una cifra stilistica .
Respectus nel senso antico del termine : guardare indietro , rimettere a fuoco. Il secondo sguardo mai soddisfatto di un unico punto .
E nel “rispetto” vivono gli “Sguardi “ , iconografie terse che, come tutto ciò che traspare , fanno vedere altro creando la visione .
Negli occhi dei bambini, dei vecchi, delle donne, l’osservatore è chiamato a cogliere quali altri sguardi  nasconda uno sguardo e quali, uno spazio bianco.
Fotografare per Rosella Centanni, è anche una sorta di rinominazione del mondo; fare uscire dalla dimenticanza  alcune sue parti e con passione raggiungere attraverso tutti i sensi l’ osservatore ,farlo meravigliare.
E i ritratti che ci vengono incontro ,seducenti ed universali ci trascinano nell’ambivalenza dell’umano e ci interrogano sul sostanziale mistero di ogni vita .
Chiusi dentro un’esistenza prevedibile, noi  attraversiamo così altre esistenze , altri panorami , calzando altre scarpe ,annusando altri odori ,in un “ senza tempo “ .
Lì ,davanti ai nostri occhi “Sguardi” respirano come alberi di bosco . Intonse foreste.



Iride Cristina Carucci
 
< Prec.   Pros. >
.

Libri

Caravaggio
Caravaggio
AUTORE / Francesca Cappelletti
Electa
Leggi tutto...
 















© 2008 Il Faro Verde
www.massimovolponi.it