lunedì 17 dicembre 2018
 
 
.
“Crocifissione con Angeli”

fernand.jpgVenerdì 29 giugno 2012 Ore 18.00 presso il Chiostro del Museo Diocesano di Ancona
presentazione dell’opera in ceramica “Crocifissione con Angeli” donata al Museo Diocesano dall’artista Fernanda Fiori Minelli

Comune di Ancona 1^ Circoscrizione
Museo Diocesano di Ancona, Piazzale del Duomo 7
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo , http://www.museodiocesanoancona.it
A seguito della presentazione verrà effettuato un percorso alle crocifissioni presenti nel museo

UNA DONAZIONE AL MUSEO DIOCESANO DI ANCONA

Il Museo diocesano di Ancona arricchisce le sue collezioni grazie alla donazione dell'opera “Crocifissione con Angeli” realizzata nel 1958 dall'artista Fernanda Fiori Minelli. L'artista stessa ha scelto di donare l'opera al Museo , intervenendo  alla cerimonia di presentazione svoltasi il 29 giugno, nel chiostro del Museo, con la partecipazione dell'arcivescovo Edoardo Menichelli e di don Luca Bottegoni, direttore del Museo diocesano. A seguito della presentazione è stato effettuato un percorso guidato dallo storico dell’arte Professor Diego Masala, che ha accompagnato i visitatori attraverso le sale del Museo e facendo  scoprire loro le numerose crocifissioni esposte che sono di varia epoca e fattura.
Anche la sezione di arte sacra contemporanea, che quindi cresce in numero e qualità, presenta tre crocifissioni: due di Otello Giuliodori su tela e su carta e una in bronzo e legno di Camillo Caglini; purtroppo questa sezione non ha ancora trovato un'idonea collocazione nel Museo, ma si auspica che questo nuovo arrivo contribuisca all'individuazione di un'adeguata soluzione.
Fernanda Fiori Minelli, poliedrica scultrice, pittrice e ceramista, in oltre 50 anni di feconda attività, ha partecipato a mostre collettive e personali in Italia e all'estero, pertanto le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private marchigiane, nazionali ed internazionali.
Abitualmente un'opera in ceramica viene sottoposta a due passaggi di cottura, l'autrice ha raccontato che per ottenere il risultato della “Crocifissione con Angeli” ha proceduto a ben cinque cotture successive utilizzando smalti per ceramica e mosaico vetroso (opachi per le figure e lucidi per lo sfondo) che fondono a 900°-920° e lustri oro e bronzo sempre per il fondo che hanno un punto di fusione inferiore (750°); è stato quindi un lavoro complesso frutto della perizia tecnica e della costante volontà di sperimentare della Minelli che ha abbinato il lirismo dell'ispirazione alla capacità artigiana per rendere concrete le sue idee.
L'altorilievo, di considerevoli dimensioni (cm 68,5 x 60,5) a forma ottagonale e firmato “FIORI” nello spessore, è composto da più parti assemblate insieme: al centro campeggia la figura di Cristo crocifisso, affiancato dalla Vergine e da San Giovanni Evangelista dolenti e sormontato dalla Colomba simbolo dello Spirito Santo, completano l'impaginazione, a lato, due Angeli raffigurati di profilo sovrastati da quattro elementi stilizzati che, secondo l'artista, vogliono rappresentare gli Evangelisti. Numerose sono le crocifissioni che Fernanda Fiori Minelli ha realizzato in maniera più classica, in questa dice di esser voluta “andare oltre” se non nella composizione sicuramente nel modo di trattare la massa dei personaggi che risulta sciolta quasi vibrante a infondere movimento alle figure che si stagliano su un fondo più scuro, a tratti metallico e scabro come la roccia.
Questa donazione, insieme a quella recente di un cospicuo numero di santini provenienti dall'archivio Pegolini Benvenuti Gostoli, dimostra quanto il Museo sia un'istituzione in divenire pronta ad accogliere sollecitazioni esterne di vario genere e ad utilizzarle per narrare l'indissolubile storia di arte e fede.

www.museodiocesanoancona.it
 

 
< Prec.   Pros. >
.

Libri

"Ritorni e partenze"

"Ritorni e partenze"
di Bruno Cantarini
edizioni Itaca di Castel Bolognese (Ra)

Leggi tutto...
 















© 2008 Il Faro Verde
www.massimovolponi.it