giovedý 20 giugno 2019
 
 
.
Lichtenstein

senza-titolo-18.jpgRoy Lichtenstein


Roy Fox Lichtenstein (New York, 27 ottobre 1923 – New York, 29 settembre 1997) è stato un artista statunitense, tra i più celebri esponenti Roy Lichtenstein nasce a New York nel 1923. Nel 1940 si iscrive all’Università dell’Ohio e, allo stesso tempo, frequenta anche l’Art Students League di New York, dove segue i corsi di Reginald Marsh. Dipinge quadri di ispirazione cubista. .Nel 1951 tiene la sua prima personale alla Galleria Carlebach di New York. Espone dipinti e assemblaggi di oggetti trovati e materiali vari. Nella mostra successiva, organizzata nello stesso anno dalla John Heller Gallery di New York, presenta lavori ispirati al tema della frontiera americana. Nel 1956 realizza la litografia Ten Dollar Bill, che sembra anticipare alcune tematiche della Pop Art. Alterna l’attività espositiva con altri lavori. Realizza disegni tecnici per il Republic Steel, fa il designer e il vetrinista. Nel 1957 diventa assistente all’Università di Stato di New York. La sua pittura si avvicina all’Espressionismo Astratto. Compaiono nei suoi dipinti i primi personaggi dei cartoni animati: Topolino, Paperino e Bugs Bunny. Conosce Allan Kaprow, Claes Oldenburg, George Segal. Frequenta anche gli artisti di Fluxus, tra cui George Maciunas e Dick Higgins. Inserisce nei suoi lavori elementi tipici del mondo pubblicitario e dei fumetti, utilizza il puntinato Benday e si avvicina a tematiche pop. A partire dal 1961 Leo Castelli diventa il suo gallerista di riferimento. Mostra grande interesse per le avanguardie storiche e realizza i primi quadri ispirati all’arte “alta”. Nel 1963 Philip Johnson gli commissiona un murale destinato al New York State Pavillon per l’Esposizione Universale del 1964. Sempre in questo anno espone da Ileana Sonnabend a Parigi e da Leo Castelli a New York. Crea le prime sculture in metallo smaltato. Nel 1965 realizza numerosi lavori in ceramica e si dedica ai dipinti della serie intitolata Brushstroke, dove ripropone, in modo personalissimo, la matericità e l’irruenza gestuale dell’Espressionismo Astratto. Nel 1966 tiene una retrospettiva al Museum of Modern Art di Cleveland e partecipa alla Biennale di Venezia, dove è presente anche nel 1968 e nel 1970. Crea i primi dipinti di specchi e lavori sulle piramidi. Morì il 29 settembre del 1997 a New York.

 
< Prec.   Pros. >
.

Libri

La Promessa
La Promessa
Una storia di fede e d’amore di fine ’700
di Giorgia Coppari








Leggi tutto...
 















© 2008 Il Faro Verde
www.massimovolponi.it