venerd́ 14 dicembre 2018
 
 
.
Inaugurazione Galleria d’Arte Contemporanea “G. B. Salvi
sassferr.jpg
Inaugurazione Galleria d’Arte Contemporanea “G. B. Salvi  – MAM’S Mondo Arte Marche Salvi
Domenica 6 aprile, alle ore 17.00, a Sassoferrato (Ancona), Palazzo degli Scalzi 


Domenica 6 aprile, alle ore 17.00, alla presenza di Vittorio Sgarbi, verrà inaugurata a Sassoferrato (Ancona), nel prestigioso Palazzo degli Scalzi (Sec. XVII) la Galleria Civica d’Arte Contemporanea Giovan Battista Salvi – MAM’S (Mondo Arte Marche Salvi). Questo nuovo spazio museale nasce da una collezione di circa quattromila opere che il Comune di Sassoferrato ha raccolto, grazie ad acquisti e donazioni, durante le 63 edizioni della Rassegna d’Arte Internazionale/Premio G.B. Salvi. Il premio, nato nel 1951, è fra i più antichi istituiti in Italia nel secondo dopoguerra e il più longevo delle Marche. È intitolato a Giovan Battista Salvi, famoso pittore italiano del Seicento, noto come “Il Sassoferrato” dal nome del suo paese d’origine.

Il Museo, fortemente voluto dal Comune di Sassoferrato, nasce per rispondere all’esigenza della conservazione delle opere e della loro esposizione al pubblico. La realizzazione della galleria ha avuto un costo complessivo di € 330.000,00; la spesa è stata sostenuta grazie ad un contributo di € 300.000,00 della Regione Marche con finanziamento tramite fondi FAS (Progetto Integrato di recupero e valorizzazione luoghi della cultura) e € 30.000,00 con fondi a carico del bilancio comunale.

Il progetto di allestimento è stato curato dallo studio Mjras di Urbino, guidato dalla professoressa Silvia Cuppini, dall’architetto Roberto Bua e dal grafico Joan Martos, con la collaborazione della dottoressa Arianna Bardelli.  L’allestimento della galleria è tematico, ogni parete è costruita come una ipotetica mostra, con la possibilità di variare nel tempo, sfruttando anche le nuove acquisizioni. Alcune pareti espositive sono apribili e hanno al loro interno parte del deposito della collezione, che diventa così fruibile al pubblico. Le opere del deposito sono organizzate secondo un criterio cronologico ed offrono, quindi, una visione della storia dell’arte italiana ed internazionale dagli anni Cinquanta ad oggi. Ci saranno, inoltre, due sale dedicate rispettivamente alle ultime acquisizioni e agli artisti di Sassoferrato che si sono distinti partecipando negli anni alla Rassegna. La documentazione storica sarà poi facilmente consultabile attraverso la restituzione informatica dei cataloghi che hanno accompagnato le varie edizioni del premio. Il nuovo museo evidenzia una doppio aspetto di Sassoferrato: la sua forza centripeta, attraverso il forte potere d’attrazione esercitato dalla Rassegna-Premio su tanti artisti del Novecento, e la sua forza centrifuga, in termini di straordinaria diffusione delle opere del Salvi in tutto il mondo.

 

In tempi brevi sarà istituito un comitato scientifico, composto da personalità di rilievo del mondo universitario e culturale nazionale, che avrà il compito di coadiuvare e consigliare l’Amministrazione comunale nella programmazione delle molteplici attività che verranno svolte all’interno del nuovo museo; attività che coinvolgeranno tutte le realtà culturali della regione, in stretta sinergia con enti ed associazioni, puntando sulla cultura come volàno di un nuovo sviluppo.

Il MAM’S sarà uno spazio vivo, un centro culturale per la produzione di idee. Ciò sarà possibile anche attraverso l’aggregazione di intelligenze e professionalità, secondo la logica del co-working. Il Comune, inoltre, aderendo al programma di sviluppo territoriale della Regione Marche “Distretto Culturale Evoluto”, con il progetto “La valle della creatività”, esprime la volontà di innescare dinamiche che consentano una gestione innovativa e all’avanguardia della galleria.

Il progetto prevede, tra l’altro, la formazione di figure professionali specializzate, giovani imprenditori della cultura capaci di rendere il territorio e i suoi beni culturali attrattivi su scala vasta (nazionale ed internazionale), anche attraverso una comunicazione moderna e attenta all’uso dei nuovi linguaggi del contemporaneo, l’uso delle nuove tecnologie web e l’integrazione dei diversi social-network. Una sfida ambiziosa per un futuro di sviluppo e di crescita per tutto il territorio.

 
< Prec.   Pros. >
.

Libri

Qualcosa di buono

Giorgia Coppari
Casa Editrice Itaca

Leggi tutto...
 















© 2008 Il Faro Verde
www.massimovolponi.it