lunedý 17 dicembre 2018
 
 
.
Orlando

profilo.jpg

Sculture su legno di Peppe ORLANDO

 

Certo, quando ti trovi di fronte a certi oggetti che, guardandoli, esercitano su di te una tale attrazione, da non poterne distogliere lo sguardo, finchè non hai percepito la vibrazione del loro messaggio allora intorno a te qualcosa accade. T'accorgi in un istante che la vita conserva ancora il valore degli attimi, il calore dell'affetto, la fiamma dell'amore che tutto sconvolge. Questo quanto racconta Peppe Orlando con la sua scultura.

Dario Feroleto, in "L'Essenza", periodico di cultura, Cosenza 1997 
Mi è parso di vedere un filo continuo e religioso nelle sue opere realizzate con amore e costante dedizione. Non è facile ma un conto è vedere, un altro conto saper vedere.
Idelbene Lisimberti, insegnate di discipline pittoriche e docente nella Scuola Superiore d'Arte del Castello di Milano

Al di là delle difficoltà tecniche incontrate per la lavorazione del legno, mi urge  mettere in risalto quanto l'artista  avverte nel  suo "io" nello scrutare uomini e cose che intorno a lui pullulano come api in un alveare. Le figure scarne, i volti emaciati, le maternità, le "maschere" umane scolpite dall'artista Peppe Orlando attestano un recente passato che l'uomo 
oggi sembra aver dimenticato per sempre. Ricavate da un unico blocco di legno, grazie all'estro e all'abilità di Orlando, dette figure  emergono  con prorompente forza espressiva. Profondamente legato alla sua terra di Calabria, l'artista vivifica il supporto materico di mille emozioni rivissute con straordinaria partecipazione nel- l'atto della creazione. Sono per lo più  volti  di gente  comune,  contadini  e operai che puoi incontrare in ogni angolo della strada visitando quei luoghi. Portano nei loro tratti la sofferenza atavica che ha contrassegbato la loro storia. Orlando scava nel profondo dell'anima dei suoi "personaggi", li "accarezza" con lo sguardo, ne avverte i sussulti, la rabbia ancestrale, la sete di riscossa.
 
  
Ascolta, si fa sera 

 

 

 
Dolcissime, di straordinaria nobiltà interiore, le sculture che hanno per tema la Maternità o il Cristo Crocifisso sul Golgota. Per la loro incisività, per la loro presa
immediata, per l'afflato lirico che le pervade, le opere lasciano un segno nel profondo dell'animo di ogni visitatore.

( Antonio Malmo -Accademia Internazionale "Il Perseo" di Firenze Accademia Tiberina di Roma )

Traccia Biografica

Beppe Orlando è nato a San Mango d'Aquino (CZ) il 10 giugno 1954. Ha coltivato fin da giovane la passione dei lavori su legno,  realizzando un artistico presepe che ha suscitato interesse in tutto il territorio. Nel 1996 ha iniziato ad esporre i suoi lavori e le sculture sono state esposte negli spazi espositivi dell'Università della Calabria ed in importanti piazze (Lamezia Terme, Scalea, Cosenza, Camigliatello Silano etc...) Peppe Orlando vive e lavora a San Mango d'Aquino (CZ), in Corso Garibaldi n°38; tel. 3497334853. email: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
 
 


 
Pros. >
.

Libri

Arturo della penombra

Arturo della penombra
Iride Carucci

Leggi tutto...
 















© 2008 Il Faro Verde
www.massimovolponi.it