mercoledý 19 dicembre 2018
 
 
.
Fusione in bronzo a cera persa


Prendiamo la scultura e appoggiamola su uno straccio sopra un tavolo come su un letto. Componiamo il “luto” per effettuare la “pennellata”. Prendiamo un barattolo di plastica, possiamo riutilizzare anche la base di una bottiglia di plastica (almeno 15 cm di profondità). Mettiamo 3 dita di acqua e versiamo 2 cucchiaiate di manto e 1 di scagliola. Mescoliamo con il cucchiaio e aggiungiamo, se necessario, sempre in proporzione 2 a 1 fino ad ottenere una consistenza simile allo yogurt. Con un pennello piccolo (2/3 cm) cominciamo a pennellare la nostra scultura, con delicatezza, in modo da lasciarci uno spessore sempre + consistente di luto. Se nel frattempo il luto nella bottiglia si è solidificato buttatelo. Ripetete l’operazione fino ad ottenere un solido spessore di 3 cm. Quando il luto sarà solido (20 min circa) girate delicatamente la scultura e procedete con il lato posteriore. Durante la stesura del luto, bisogna ricordarsi di non coprire interamente i getti/canali, lasciandoli scoperti per almeno 2 cm includendo anche la base.

Pennellata da entrambe le parti, si prepara nuovamente un po’ di luto, questa volta più consistente, per creare una massa d’appoggio della scultura sul tavolo e quando avrà raggiunto una buona solidità ci si appoggerà la scultura capovolta cercando di unire le due parti in verticale adoperando una spatola per far si che diventino una cosa sola, lasciando con i canali scoperti verso l’alto.

Nella fase successiva dobbiamo creare un “imbuto” per l’imbocco del bronzo fuso. Adopereremo un comune bicchiere di plastica, nel cui fondo esterno applicheremo a mano un po’ di cera che servirà per congiungere, utilizzando un ferro caldo, la base del bicchiere al canale di cera principale, ovvero quello più grosso.

Il canale di cera più sottile dovrà essere prolungato e portato (saldandolo con un po’ di cera) al bordo dello stesso bicchiere.

Nell’ultima fase della creazione della camicia di luto, dobbiamo preparare per l’ultima volta una discreta quantità di luto, direttamente della consistenza della marmellata e riuscendo a lavorarla con le mani, aumentiamo lo spessore tutt’intorno (circa 4 cm uniformi dalla base al bicchiere) fino a coprire il limite del bicchiere.

(non adoperate mail il luto se ha raggiunto troppo velocemente la densità, tanto da non poterla adoperare, suggerisco di prepararlo nuovamente seguendo le proporzioni indicate: acqua, 2 di manto, 1 scagliola e mescolare bene).

Arrivederci alla prossima…



 
< Prec.   Pros. >
.

Libri

Ferretti
Ferretti
/ANNO / 2009
AUTORE / Gabriele Lucci
Electa
Leggi tutto...
 















© 2008 Il Faro Verde
www.massimovolponi.it