venerdý 17 gennaio 2020
 
 
.
Fusione in bronzo a cera persa
  

Aprite il calco con degli scalpelli, infilandoli nella divisione dove ci sono i lamierini, battendo con un martello. La vostra scultura di creta si rovinerà tutta, ma niente paura, svuotate tutto il calco con pazienza. Mettete la creta dentro un panno bagnato e poi all'interno di una busta di plastica ben sigillata (potrete riutilizzarla). Bagnate abbondantemente il calco mettendolo dentro una vasca (fino a che non assorbe più acqua). Asciugate l'interno (dovrebbe avere un colore grigio scuro per via del colore nero che avete messo a suo tempo nella scagliola). Bagnatelo con del petrolio o gasolio. Asciugate e iniziate a pennellare la cera che avrete fatto sciogliere sul fuoco. Nello stesso modo come avete realizzato il bassorilievo, aumentate fino ad uno spessore di 3/4 mm. Una volta messa la cera sulle due conchiglie (calchi) ricomponete il calco. Stringete le due parti con del filo di ferro ben tirato (mettetecene più di uno).Dove riuscite mettete ,con le mani leggermente unte di petrolio, della cera mobida nella congiunzione all'interno. Preparate del luto e versatelo all'interno fino al bordo. Aspettate qualche ora poi iniziate a demolire il calco con degli scalpelli: Fate attenzione alla scagliola colorata di grigio perchè quella vi segnala che subito dopo c'è la cera che è meglio non rovinare.
Alla prossima Ciao ciao
 



 
< Prec.   Pros. >
.

Libri

La Promessa
La Promessa
Una storia di fede e d’amore di fine ’700
di Giorgia Coppari








Leggi tutto...
 















© 2008 Il Faro Verde
www.massimovolponi.it