lunedý 25 marzo 2019
 
 
.
Il Museo Archeologico Nazionale delle Marche

Il Museo Archeologico Nazionale delle Marche,  Palazzo Ferretti, è in via G. Ferretti n° 6 Ancona, ed il numeri telefonici sono: 071/202602-0712075390

Museo archeologico nazionale delle Marche si trova ad Ancona situato all'interno del cinquecentesco palazzo Ferretti, documentata la preistoria e la protostoria del territorio marchigiano, dal paleolitico alla fine dell'età del ferro. Molto interessanti le ricche testimonianze della civiltà dei Piceni e dei Galli Senoni, tra cui spiccano gli oggetti di alta oreficeria, i vasi attivi e la testa in calcare del Guerriero di Numana. È inoltre visibile una perfetta copia del celebre gruppo scultoreo dei Bronzi dorati da Cartoceto di Pergola.
 
Storia
La raccolta museale apre nel 1860 con il nome di "Gabinetto archeologico della commissione dei monumenti regionale", cambia con l'attuale denominazione nel 1906. Resta chiuso dal 1972 al 1988 a causa del forte terremoto che colpì Ancona. Il lavoro certosino di Giovanni Annibaldi, dal 1958 al 1969, ha permesso una precisa classificazione dei reperti.

Palazzo Ferretti
Dal 1958 il museo ha sede nell'antica residenza della famiglia Ferretti. Il palazzo, su disegno di Antonio da Sangallo il Giovane, risale alla metà del XVI secolo. Sono quasi tutte andate perse le decorazioni del piano nobile, opere di Pellegrino Tibaldi. Sono ancora visibili, invece, le volte, al terzo piano, affrescate da Federico Zuccari. Luigi Vanvitelli diresse l'ampliamento dell'edificio nel 1759, in questa occasione fu costruito il balcone sulla facciata, lo scalone interno ed il terrazzo pensile; furono aggiunte anche statue di Gioacchino Varlè. Diversi restauri furono eseguiti nel Novecento, il primo (1928-1931) commissionato dalla stessa famiglia Ferretti, i successivi a causa di eventi distruttivi come i bombardamenti della seconda guerra mondiale ed il terremoto del 1972.

 

 
< Prec.   Pros. >
.

Libri

"Ritorni e partenze"

"Ritorni e partenze"
di Bruno Cantarini
edizioni Itaca di Castel Bolognese (Ra)

Leggi tutto...
 















© 2008 Il Faro Verde
www.massimovolponi.it