martedý 07 aprile 2020
 
 
.
Il Museo "Luigi Paolucci" a Jena
Il Museo "Luigi Paolucci" a Jena (Germania) per le celebrazioni del
bicentenario di Darwin
Verrà inaugurata il 18 novembre, la mostra del Museo Provinciale di Scienze Naturali “Luigi
Paolucci” presso la “Ernst Haeckel Haus” dell’Università di Jena in Germania, alla presenza
del Direttore dell'Istituto per la storia naturale, Prof. Dr. Olaf Breidbach, del Presidente del
Sistema Museale della Provincia di Ancona, avv. Alfonso Maria Capriolo e del suo Direttore
prof. Giorgio Mangani.
Il titolo della mostra è (in traduzione italiana) “La storia naturale nelle Marche. Luigi Paolucci
(1849-1935) e le sue collezioni”, e rimarrà aperta dal 18 novembre al 16 dicembre 2009.
Si tratta di un evento sicuramente inedito per la Provincia di Ancona, in quanto per la prima volta
viene invitato all'estero un Museo nella sua interezza, non solamente con il prestito di qualche opera
d'arte o di qualche reperto museale per una mostra, ma con un vero e proprio “riassunto” delle
proprie collezioni, con l'esplicitazione del percorso espositivo e delle finalità didattiche del Museo.
La mostra è composta da otto pannelli fotografici (cm 40x60) con indicazione degli ambienti
naturali dell’area del monte Conero e del resto della provincia, la storia delle collezioni di Luigi
Paolucci e la sua biografia scientifica, con la riproduzione della corrispondenza intercorsa nel 1878
con Charles Darwin (che aveva apprezzato il suo studio sul canto degli uccelli), l'esposizione di
quindici reperti originali delle collezioni di fauna presenti al museo di Offagna, tra i quali il Falco
Pellegrino e il Gufo Reale, uccelli impagliati come era consuetudine nei musei di storia naturale
ottocenteschi.
L’iniziativa è promossa dal Sistema Museale della Provincia di Ancona di concerto con l’Istituto
Italiano di Cultura a Berlino, nell’ambito della “Settimana della lingua italiana nel mondo” e in
collaborazione con la “Ernst Haeckel Haus” dell’Università “Friedrich Schiller” di Jena.
La Ernst Haeckel Haus, nota anche come “Villa Medusa”, è la sede dell’Institut für Geschichte
der Naturwissenschaften” (Istituto per la storia naturale) dell’Università di Jena, collocato in
quella che fu un tempo l’abitazione di Ernst Haeckel (1834-1919), uno dei maggiori studiosi di
storia naturale tedeschi e il maggior sostenitore in Germania del pensiero di Charles Darwin.
L’iniziativa espositiva si colloca infatti nell’ambito delle celebrazioni dedicate al bicentenario della
nascita di Darwin ed al 150° anniversario della pubblicazione de L’Origine delle specie (1859).
Il supporto scientifico alla realizzazione della Mostra (selezione dei reperti e predisposizione dei
testi illustrativi) si deve al Prof. Edoardo Biondi (Facoltà di Agraria) ed al Prof. Vincenzo Caputo
(Facoltà di Scienze), entrambi docenti della Università Politecnica delle Marche, il che testimonia
del rapporto di costante collaborazione tra il Sistema Museale e l'Università, che recentemente ha
aderito con i propri Musei alla rete provinciale
Il direttore del Sistema Museale, Prof. Giorgio Mangani, ha organizzato la mostra, curandone il
catalogo in lingua tedesca, redigendo i testi dei pannelli esplicativi e selezionandone le immagini,
con la decisiva collaborazione a Jena di Massimo Minelli, Lettore di Italiano presso l’Istituto di
Romanistica dell’Università di Jena.
Jena è una città di 105.000, la seconda per importanza della regione della Turingia, ed è
caratterizzata da una lunga tradizione scientifica legata alla presenza della Carl Zeiss, l'industria
leader nel settore dei prodotti per l'ottica (lenti per occhiali, macchine fotografiche, cannocchiali e
telescopi, ecc.), e della sua antica università, intitolata al famoso poeta tedesco Friedrich Schiller
(autore, tra l'altro, del famoso “Inno alla gioia” messo in musica da Beethoven nella sua 9° sinfonia
e oggi assunto ad inno della Comunità Europea).
Il Sistema Museale della Provincia di Ancona coglierà l'occasione di questa “trasferta” del Museo
“Luigi Paolucci” in Germania per svolgere un'opera di divulgazione e promozione del territorio
provinciale, a partire dal suo patrimonio ambientale, come ovvia proiezione delle collezione
naturalistiche del museo: Grotte di Frasassi, Parco della Gola della Rossa e di Frasassi, Parco
del Conero sono ben evidenziati nella presentazione della mostra, nel corso della quale verrà
distribuito ai visitatori il materiale promozionale, in lingua tedesca, della rete museale provinciale e
della Regione Marche, e, in lingua inglese, delle varie realtà turistiche del territorio. Il tutto
annaffiato da dell'ottimo “Rosso Conero”, che speriamo verrà ben apprezzato dai nostri ospiti
germanici.
Al Comitato organizzatore è pervenuto un saluto d'augurio da parte dell'ambasciatore d'Italia in
Germania, Michele Valenzise.
 
< Prec.   Pros. >
.

Libri

Qualcosa di buono

Giorgia Coppari
Casa Editrice Itaca

Leggi tutto...
 















© 2008 Il Faro Verde
www.massimovolponi.it